Il CEO di Fitbit ritiene che Apple abbia indirizzato male l'idea di Apple Watch

CEO Fitbit-Apple Watch-0

Sebbene l'Apple Watch abbia superato le vendite di Rolex ottenendo un fatturato di 1,5 miliardi in più rispetto al suddetto Rolex lo scorso anno, ma secondo James Park, CEO di Fitbit, Apple sbaglierebbe nella direzione che sta prendendo con i suoi dispositivi portatili.

Secondo Park, se guardiamo dal punto di vista del consumatore, l'Apple Watch è in realtà una piccola piattaforma informatica invece di aspirare ad essere quello che veramente deve essere, un wearable semplice e diretto nelle sue funzioni e per questo motivo crede che Apple abbia preso l'approccio sbagliato al suo prodotto.

CEO Fitbit-Apple Watch-1

Veramente se lo guardiamo dal lato pratico, il Fitbit Blaze (l'ultimo wearable dell'azienda) è un prodotto molto più incentrato su una tipologia di utente che predilige soprattutto i dati derivati ​​dall'attività fisica poiché non offre molte possibilità in più. tuttavia l'Apple Watch permette l'installazione di applicazioni con la possibilità di gestire le proprie email, messaggi, anche utilizzandolo come un'alternativa al GPS quando vai a piedi.

Tutto ciò si traduce anche in un prezzo più alto rispetto al Blaze e, secondo Park, il problema è che Apple ancora non è molto chiaro su cosa possa essere veramente buono l'Apple Watch, ecco perché è stato introdotto moltitudine di funzioni senza davvero distinguersi in nessuno di essi rispetto alla concorrenza.

Tuttavia, da quando è diventato pubblico lo scorso anno, Fitbit è riuscita ad aumentare le sue entrate di oltre il 90% con un aumento della popolarità tra i dispositivi per il fitness. Ha anche venduto 21,3 milioni di dispositivi, quasi il doppio del numero di 10,9 milioni di copie vendute l'anno precedente.

Tuttavia, è anche giusto dire che nonostante siano così popolari, sono ancora una piccola frazione della quota di mercato dell'Apple Watch. Dal mio punto di vista ci sono due dispositivi con un fattore di forma molto simile ma focalizzato su mercati diversi.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Un commento, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Luis Miguel Contreras suddetto

    Certo amico, sicuramente Apple, che ha venduto circa 12 milioni di orologi da circa 370 euro a tre volte quella cifra (senza contare le Edizioni, suppongo siano pochissime), ha bisogno di consigli da un'azienda che produce un calcolatore elettronico da polso, ha lo vende dal 2010 e in questi anni non ha venduto un terzo di quello che ha Apple in meno di un anno.

    Sì, certo, sicuramente hanno bisogno che tu vada, caro Park, a riparare il loro appartamento XD