M1 il primo processore per Mac dell'era Apple Silicon

Si è appena concluso l'evento Apple «Una cosa di più»E siamo rimasti piacevolmente sorpresi. Allo stesso modo in cui il precedente keynote della presentazione dell'iPhone 12 era semplicemente una conferma di tutto quello che già sapevamo in anticipo, in questo le sorprese sono state lettere maiuscole, anche se sapevamo già grosso modo di cosa avrebbero parlato.

Un nuovo processore di cui non sapevamo assolutamente nulla (dimentichiamoci dell'A14X), e tre nuovi Mac della nuova era Apple Silicon, con potenza e prestazioni brutali, un'autonomia mai vista prima, senza alzare i prezzi o un Euro (anche un po 'più economico ) e disponibile dalla prossima settimana. Senza dubbio, questo keynote passerà alla storia, con un prima e un dopo nella traiettoria dei computer Apple. Vediamo cosa ci hanno detto sul nuova bestia marrone M1.

Credevamo tutti che i primi Mac della nuova era Apple Silicon avrebbero montato il processore del nuovo iPhone 12 e l'iPad Air adattato ai computer, uno "A14X". E la prima cosa che abbiamo visto nella presentazione è un nuovo processore chiamato "M1". Il primo della serie M, che sarà responsabile dello spostamento dei futuri Mac dell'azienda. Un processore proprietario con tecnologia ARM a discapito degli attuali chip Intel, che verranno progressivamente eliminati dalla fornitura di computer di Apple. L'era del silicio di Apple è iniziata.

Specifiche tecniche M1

La M1, la nuova bestia di Apple

M1 è il primo processore della serie M., progettato esclusivamente per Apple con architettura ARM a memoria unificata con tecnologia a 5 nanometri. Ha il miglior rendimento per rapporto consumato al mondo.

Ha una CPU di 8 core composto da quattro core ad alte prestazioni e quattro core ad alta efficienza. Ciascuno dei core ad alte prestazioni fornisce prestazioni leader del settore per attività a thread singolo, funzionando nel modo più efficiente possibile.

Sono i core CPU più veloci al mondo su chip a bassa potenza, consentendo ai fotografi di modificare foto ad alta risoluzione con una velocità incredibile e agli sviluppatori di creare applicazioni quasi 3 volte più velocemente di prima. E tutti e quattro possono essere utilizzati insieme se è necessaria una quantità brutale di elaborazione in un dato momento.

Gestione dei diversi nuclei

I quattro core ad alta efficienza offrono prestazioni eccezionali a un decimo della potenza necessaria nei processori precedenti. Di per sé, questi quattro core offrono prestazioni simili all'attuale generazione di macBook Air dual-core a una potenza molto inferiore. Sono il modo più efficiente per eseguire attività quotidiane leggere come controllare la posta elettronica o navigare sul Web e preservare la durata della batteria in modo eccezionale. E se necessario, gli otto core possono lavorare insieme per fornire un'incredibile potenza di calcolo per le attività più impegnative e fornire il meglio prestazioni della CPU mondiale per watt.

Di conseguenza, il nuovo processore M1 offre prestazioni della CPU fino a 3,5 volte GPU fino a 6 volte più veloce e apprendimento automatico fino a 15 volte più veloce, consentendo una durata della batteria fino a 2 volte superiore rispetto ai Mac di generazione precedente con processori Intel.

Una grafica integrata molto potente

Una performance mai vista in un processore

L'M1 include la GPU più avanzata di Apple. Trai vantaggio da anni di analisi delle applicazioni Mac, comprese le applicazioni quotidiane e i carichi di lavoro professionali pesanti. Ha fino a otto potenti core in grado di eseguire quasi 25.000 thread contemporaneamente.

La GPU può gestire facilmente attività estremamente impegnative, dalla riproduzione fluida di più flussi video 4K al rendering di scene 3D complesse. Con 2,6 teraflop di prestazioni, M1 ha la grafica integrata più veloce al mondo incorporata in un processore per personal computer.

Apprendimento automatico

Il processore M1 porta l'estensione motore neurale da Apple al Mac, accelerando notevolmente le attività di machine learning (ML). Con l'architettura a 16 core più avanzata di Apple in grado di eseguire 11 trilioni di operazioni al secondo, il Neural Engine in M1 consente prestazioni di machine learning fino a 15 volte più veloci. In effetti, l'intero chip M1 è progettato per eccellere nell'apprendimento automatico, con acceleratori ML nella CPU e una potente GPU, quindi attività come l'analisi video, il riconoscimento vocale e l'elaborazione delle immagini avranno prestazioni di livello mai viste prima su un computer Apple .

Nuove tecnologie esclusive nella M1

Il chip M1 contiene una serie di potenti tecnologie personalizzate, tra cui:

  • Il più recente processore di segnali di immagine (ISP) di Apple per video di qualità superiore con una migliore riduzione del rumore, una maggiore gamma dinamica e un migliore bilanciamento automatico del bianco.
  • Il Safe Enclave definitivo per la migliore sicurezza della categoria.
  • Un controller di archiviazione ad alte prestazioni con hardware di crittografia AES per prestazioni SSD più veloci e sicure.
  • I motori di codifica e decodifica dei media a bassa potenza e alta efficienza codificano per prestazioni eccezionali e una maggiore durata della batteria.
  • Un controller Thunderbolt progettato da Apple con supporto per USB 4, con velocità di trasferimento fino a 40 Gbps e supporto per più periferiche che mai.

macOS Big Sur progettato per sfruttare appieno la M1

La simbiosi M1 e macOS Big Sur si chiama Apple Silicon

macOS Big Sur È progettato, dal suo nucleo, per sfruttare appieno la piena capacità e potenza dell'M1, fornendo un enorme aumento delle prestazioni, una durata della batteria sorprendente e protezioni di sicurezza ancora più forti di oggi. Come l'iPhone e l'iPad, il Mac ora si risveglia immediatamente dalla modalità di sospensione. La navigazione con Safari, già il browser più veloce al mondo, è ora fino a 1.5 volte più veloce per eseguire JavaScript.

Con Big Sur e M1, Gli utenti Mac possono eseguire una gamma più ampia di applicazioni che mai. Tutto il software Apple Mac è ora universale e funziona in modo nativo sui sistemi M1. Le applicazioni Mac esistenti che non sono state aggiornate alla M1 funzioneranno senza problemi con la tecnologia Rosetta 2 di Apple. E ora le app per iPhone e iPad possono essere eseguite direttamente su un Apple Silicon Mac.

 


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.